PalestinaOrganizzazione della cooperazione islamica

L’Organizzazione per la Cooperazione Islamica ha condannato fermamente il palese assalto delle forze di occupazione israeliane alla benedetta Moschea di Al-Aqsa

Condannata l'Organizzazione per la cooperazione islamica Grave incursione da parte delle forze di occupazione israeliane Viaggio alla Moschea di Al-Aqsa Mubarak e l’occupazione israeliana consentono a gruppi di coloni estremisti di organizzare una marcia provocatoria attraverso i quartieri della Città Vecchia di Gerusalemme Gli occupanti, nel quadro di tentativi illegali e respinti, miravano a danneggiare l'attuale status storico e giuridico dei luoghi di culto islamici e cristiani a Gerusalemme, in particolare della benedetta Moschea di Al-Aqsa.

L'organizzazione è stata rinnovata Sottolineando che la città di Gerusalemme Al-Sharif, la capitale dello Stato di PalestinaÈ parte integrante della terra palestinese occupata nel 1967 d.C. e rifiutando qualsiasi misura o decisione volta a imporre la presunta sovranità israeliana su questa città e sui suoi luoghi sacri, in quanto misure illegali. È illegale secondo il diritto internazionale e le pertinenti risoluzioni delle Nazioni Unite. L'organizzazione ha inoltre invitato la comunità internazionale ad assumersi le proprie responsabilità e a fare pressione su Israele, la potenza occupante, affinché metta fine agli atti di violenza e di terrorismo organizzato commessi da gruppi di coloni estremisti. e le forze di occupazione israeliane in tutta la Cisgiordania.

Notizie correlate

Vai al pulsante in alto