Organizzazione della cooperazione islamica

La commissione ministeriale nominata dal vertice congiunto arabo-islamico incontra il vicepresidente della Repubblica popolare cinese

Pechino (UNI) – Il Comitato ministeriale responsabile del Summit congiunto arabo-islamico straordinario, oggi, lunedì 20 novembre 2023, presieduto dal Principe Faisal bin Farhan bin Abdullah, Ministro degli Affari Esteri del Regno dell'Arabia Saudita, ha tenuto una riunione incontro con il Vice Presidente della Repubblica Popolare Cinese, Sig. Han Jing, nella Hall of Fame della città più grande della capitale, Pechino.

All'incontro hanno partecipato i membri del Comitato Ministeriale, vale a dire il Vice Primo Ministro e Ministro degli Affari Esteri e degli Espatriati del Regno Hashemita di Giordania, Ayman Safadi, Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Araba d'Egitto, Sameh Shukri, Ministro degli Affari Esteri palestinese e gli espatriati, Riyad Al-Maliki, il ministro degli Affari esteri della Repubblica di Indonesia, Retno Marsudi, e il segretario dell'Organizzazione per la cooperazione islamica, Hussein Ibrahim.

All'inizio dell'incontro, il vicepresidente cinese ha apprezzato i grandi sforzi del vertice straordinario congiunto arabo-islamico di Riad e le conseguenti decisioni volte a ridurre l'escalation, proteggere i civili e ripristinare gli sforzi di pace, sottolineando il sostegno del suo Paese agli sforzi del comitato ministeriale congiunto uscito dal vertice affinché continui i suoi sforzi diplomatici e svolga un ruolo maggiore.

Il vicepresidente cinese ha affermato che il suo Paese ha lavorato fin dallo scoppio della crisi a Gaza per spingere con forza per un cessate il fuoco, proteggere i civili, consentire aiuti umanitari e trovare una giusta soluzione alla questione palestinese, indicando che la Cina è desiderosa di coordinare e lavorare con i paesi arabi e islamici per raggiungere un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza, garantendo la calma il più rapidamente possibile.

A loro volta, i membri del Comitato ministeriale hanno elogiato le posizioni assunte dalla Cina riguardo alla crisi nella Striscia di Gaza, che sono coerenti con le posizioni arabe e islamiche, sottolineando il ruolo positivo svolto dalla Cina nel Consiglio di Sicurezza verso un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza. Striscia.

L'incontro ha inoltre discusso gli sviluppi della situazione nella Striscia di Gaza e nei suoi dintorni, e l'importanza di raggiungere un cessate il fuoco immediato, di proteggere i civili disarmati e le installazioni vitali, compresi i luoghi di culto e gli ospedali, l'assalto all'ospedale Al-Shifa e il attacco all’ospedale indonesiano, all’ospedale da campo giordano e ai centri di soccorso e accoglienza nella Striscia di Gaza.

I membri della commissione ministeriale nominata dal vertice straordinario arabo-islamico hanno sottolineato l’importanza di fermare immediatamente l’escalation militare e lo sfollamento forzato dei palestinesi dalla Striscia di Gaza, di garantire corridoi sicuri per l’ingresso di aiuti umanitari, alimentari e medici urgenti, e di rilanciare il percorso del processo di pace in conformità con le risoluzioni internazionali, in modo da garantire i diritti del popolo palestinese e la creazione di un suo Stato indipendente, con Gerusalemme Est come capitale.

I membri del Comitato Ministeriale hanno sottolineato l'importanza che la comunità internazionale, in particolare i membri permanenti del Consiglio di Sicurezza, adempia alle proprie responsabilità, per impegnarsi a fermare le flagranti violazioni israeliane delle leggi internazionali e del diritto umanitario internazionale.

(è finita)

Notizie correlate

Vai al pulsante in alto