Organizzazione della cooperazione islamica

Su richiesta dell'Arabia Saudita e dell'Iraq: una riunione d'urgenza del Consiglio dei Ministri degli Esteri della “Cooperazione Islamica” sui ripetuti episodi di profanazione e rogo di copie del Sacro Corano in Svezia e Danimarca

Jeddah (UNA) - Su richiesta del Regno dell'Arabia Saudita, Presidente del Quattordicesimo Vertice Islamico, e della Repubblica dell'Iraq, l'Organizzazione per la Cooperazione Islamica (OIC) terrà, lunedì 31 luglio 2023, il diciottesimo sessione straordinaria del Consiglio dei ministri degli Esteri degli Stati membri, virtualmente, per esaminare il ripetersi di incidenti sacrileghi e l'incendio di copie del Sacro Corano in Svezia e Danimarca.

Questa riunione ministeriale di emergenza si pone in attuazione di quanto affermato nel comunicato finale diffuso dalla riunione straordinaria e aperta del Comitato Esecutivo dell'Organizzazione per la Cooperazione Islamica, che si è tenuta presso la sede del Segretariato Generale dell'Organizzazione a Gedda il 2 luglio 2023, in merito all'incendio di una copia del Nobile Corano in Svezia, dove ha convocato una riunione di emergenza di alto livello quando richiesto.

L'incontro nasce anche alla luce delle consultazioni che il Segretario generale dell'Organizzazione per la cooperazione islamica, Hussein Ibrahim Taha, sta conducendo con gli Stati membri in merito all'attuazione della dichiarazione finale emessa dal Comitato esecutivo e alla valutazione dell'adozione di ulteriori misure in risposta al ripetersi di tali atti provocatori che rappresentano una manifestazione di odio, deliberata intolleranza religiosa.

(è finita)

Notizie correlate

Vai al pulsante in alto