mondo

Nazioni Unite: 70 milioni di sfollati e rifugiati nel mondo

Amman (Onu) - Le Nazioni Unite hanno annunciato oggi, mercoledì, che nel 70 sono stati registrati oltre 2018 milioni di sfollati o immigrati, un numero record, ma inferiore al numero reale di persone che sono state sfollate dalle loro case . E l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ha dichiarato, in un rapporto annuale sui rifugiati, che questo numero non include le persone che sono fuggite dalla crisi soffocante in Venezuela, poiché queste non sono state conteggiate completamente. Alla fine del 2017, il numero di persone costrette a lasciare le proprie case a causa di violenze o persecuzioni ha raggiunto i 5 milioni. Lo ha detto ai giornalisti a Ginevra il capo della commissione, Filippo Grandi, secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa francese: Questo numero di 68 milioni include solo i venezuelani che hanno presentato ufficialmente domanda di asilo, che si stima siano circa mezzo milione persone. Complessivamente, il numero di sfollati nel mondo è più che raddoppiato negli ultimi 70.8 anni e ora supera la popolazione della Thailandia. Secondo la definizione di Amnesty International, un rifugiato è una persona che fugge dal proprio paese di origine e non è in grado di farvi ritorno, o non vi ritorna a causa di conflitti o paura di persecuzioni. Il rapporto menziona 41.3 milioni di sfollati all'interno dei propri paesi, 25.9 milioni di rifugiati e 3.5 milioni di richiedenti asilo che sono in attesa di una decisione sulla loro richiesta di status di rifugiato ufficiale bisognosi di protezione. I due paesi con il maggior numero di sfollati fuggiti all'interno del loro paese sono la Siria, che è stata devastata dal conflitto dal 2011, e la Colombia, che è stata devastata dalla violenza per decenni, secondo l'UNHCR. Il gruppo di rifugiati comprende, secondo il rapporto, 5 milioni di palestinesi. (Fine) pag/h pag

Notizie correlate

Vai al pulsante in alto