Palestina

L'occupazione prende d'assalto l'ospedale Al Awda di Jabalia e costringe le équipe mediche ad andarsene

Jabalia (UNA/WAFA) - Oggi, giovedì, le forze di occupazione israeliane hanno preso d'assalto l'ospedale Al Awda di Jabalia e hanno costretto le équipe mediche a lasciarlo, dopo un assedio durato quattro giorni.

Fonti mediche hanno riferito che le forze di occupazione hanno preso d'assalto l'ospedale e costretto le équipe mediche a lasciarlo verso la parte occidentale di Gaza City, dopo aver arrestato uno di loro.".

Le stesse fonti aggiungono: "Rimangono 14 dipendenti nell'ospedale, accompagnati da 11 feriti e accompagnatori, che si sono rifiutati di evacuare senza la presenza delle ambulanze per evacuare i feriti".".

Da domenica scorsa, l'artiglieria d'occupazione ha bombardato l'ospedale Al Awda con diversi proiettili, prima di assediarlo e impedire ai cittadini palestinesi e alle équipe mediche di entrarvi o uscirne, causando difficoltà nel fornire servizi di cura ai feriti e ai malati.

Fonti di stampa hanno riferito che l'esercito di occupazione ha livellato nuovamente i dintorni.

L'11 maggio, le forze di occupazione hanno annunciato l'inizio di un massiccio attacco contro la città di Jabalia e il suo accampamento nel nord della Striscia di Gaza, dopo aver chiesto ai residenti di evacuare l'area e dirigersi verso l'ovest di Gaza City..

Dall’inizio dell’aggressione, l’occupazione ha deliberatamente distrutto il sistema sanitario, prendendo di mira gli ospedali nella Striscia di Gaza, compreso l’ospedale Al-Awda nel nord, con minacce dirette di chiusura, e poi colpendolo con bombardamenti diretti, distruggendo i dipartimenti abitativi. , sale operatorie, sistema di energia solare, depositi di acqua e diesel, magazzini di farmaci e gas medicali, veicoli di trasporto e ambulanze e le sue forniture mediche.

L'ospedale Al Awda è considerato l'unico ospedale che fornisce servizi ortopedici, ginecologici e ostetrici nel nord della Striscia di Gaza, oltre a chirurgia generale, accoglienza, pronto soccorso, cliniche specializzate, radiologia e laboratorio..

Il 21 novembre, 3 medici furono martirizzati a seguito dei bombardamenti diretti e il 50% della capacità dell'ospedale fu messa fuori servizio. Il 5 dicembre, l'occupazione assediò l'ospedale per 18 giorni e 3 lavoratori e 12 medici furono martirizzati. il personale è rimasto ferito, mentre i volontari, il direttore dell'ospedale, il dottor Ahmed Muhanna, e 3 membri del personale medico sono stati arrestati.

(è finita)

Notizie correlate

Vai al pulsante in alto