Palestina

Il Primo Ministro palestinese discute con il Ministro degli Esteri svedese degli sforzi di soccorso a Gaza e della cessazione degli attacchi dell’occupazione

Ramallah (UNI/WAFA) - Il primo ministro palestinese e ministro degli Affari esteri e degli espatriati, Muhammad Mustafa, ha ricevuto oggi, domenica, nel suo ufficio a Ramallah, il ministro degli Esteri svedese, Tobias Billstrom, e ha discusso con lui degli ultimi sviluppi in Palestina , il rafforzamento degli aiuti umanitari e degli sforzi nella Striscia di Gaza e gli attacchi dell'esercito, l'occupazione, il terrorismo e la violenza dei colonizzatori in Cisgiordania.

Il Primo Ministro ha sottolineato la priorità di fermare l’aggressione contro il popolo palestinese nella Striscia di Gaza, rafforzare gli aiuti umanitari e gli sforzi umanitari, ripristinare i servizi di base nella Striscia e fermare gli attacchi dell’esercito di occupazione, il terrorismo e la violenza dei coloni nella Striscia di Gaza. Cisgiordania..

Mustafa ha sottolineato che gli insediamenti e il terrorismo dei colonizzatori costituiscono un ostacolo alla pace e al raggiungimento della soluzione dei due Stati, e che il prossimo giorno per la Striscia di Gaza avverrà la riunificazione delle due parti della patria e l’unità delle istituzioni sotto l’egida Stato palestinese indipendente..

Ha invocato la necessità di sostenere il bilancio del governo, rivedendo le difficili condizioni economiche e finanziarie come risultato della continua aggressione dell’occupazione contro il popolo palestinese, e della continua detrazione da parte di Israele dei fondi di sgombero e della loro detenzione, che minaccia la capacità del governo di adempiere ai propri impegni. obblighi..

Il Primo Ministro ha esaminato l’agenda del governo per le riforme e lo sviluppo istituzionale, gli elementi che sono stati implementati e su cui si sta lavorando, nonché i vari piani di riforma a medio e lungo termine..

Il Primo Ministro ha inoltre apprezzato il continuo sostegno della Svezia alla Palestina e la sua ferma posizione a sostegno della soluzione dei due Stati e il suo coraggioso riconoscimento dello Stato di Palestina, invitando in questo contesto i paesi che non hanno riconosciuto lo Stato di Palestina ad agire rapidamente e riconoscerlo a sostegno della soluzione dei due Stati e preservarlo..

Da parte sua, il ministro degli Esteri svedese ha espresso il sostegno del suo paese agli sforzi per il cessate il fuoco nella Striscia di Gaza, condannando l'attività degli insediamenti come una violazione del diritto internazionale, imponendo sanzioni al terrorismo colonialista e sostenendo gli sforzi per raggiungere la pace e la stabilità nella regione come una soluzione Totale..

È interessante notare che la Svezia ha fornito circa 35 milioni di euro in soccorsi e aiuti umanitari alla Striscia di Gaza dallo scorso ottobre, e fornirà altri 10 milioni di euro per fornire soccorso alla nostra popolazione a Gaza..

All'incontro hanno partecipato il ministro degli Affari esteri Farsin Aghabekian Shaheen, l'ambasciatrice palestinese in Svezia Rula Al-Muhaisen e il console generale svedese Julius Lilstrom..

(è finita)

Notizie correlate

Vai al pulsante in alto