Palestina

Gli esperti delle Nazioni Unite chiedono di fermare le esportazioni di armi verso l'entità israeliana

New York (UNA/QNA) - Più di 30 esperti indipendenti delle Nazioni Unite considerano il trasferimento di armi o munizioni all'entità israeliana e il loro utilizzo a Gaza una violazione del diritto umanitario internazionale, invocando la necessità di fermarli immediatamente.

Gli esperti hanno affermato, in un comunicato pubblicato sul sito delle Nazioni Unite, che “tale trasferimento di armi e munizioni è vietato anche se il Paese esportatore non intende utilizzare le armi in violazione della legge o sa con certezza che verranno utilizzate in modo tale finché esiste un chiaro pericolo”, sottolineando che tutti gli Stati devono garantire il rispetto del diritto internazionale umanitario da parte delle parti in conflitto armato ai sensi delle Convenzioni di Ginevra del 1949 e del diritto internazionale consuetudinario, e astenersi dal trasferire qualsiasi arma , munizioni o pezzi di ricambio se si prevede che vengano utilizzati in violazione del diritto internazionale.

Hanno accolto con favore la sospensione del trasferimento di armi da parte di Belgio, Italia, Spagna e della società giapponese Itochu all'entità israeliana, invitando il resto dei paesi esportatori a interrompere immediatamente il trasferimento di armi all'occupazione, comprese le licenze di esportazione e gli aiuti militari.

Hanno spiegato che la necessità di imporre un embargo sulle armi all’entità israeliana è stata rafforzata dalla sentenza emessa dalla Corte internazionale di giustizia il 26 gennaio sull’esistenza di un ragionevole rischio di genocidio a Gaza e sul grave danno che continua a subire civili da quel momento.

Numerosi rapporti di intelligence hanno rivelato che molte capitali occidentali hanno fornito all’entità israeliana armi e munizioni da utilizzare nella guerra a Gaza, tra le richieste di fermare questo sostegno militare a causa del suo ruolo nella pratica del genocidio contro i residenti della Striscia di Gaza.

(è finita)

Notizie correlate

Vai al pulsante in alto