Palestina

Nel 72esimo giorno dell'aggressione: decine di martiri e feriti nei bombardamenti israeliani su diverse zone della Striscia di Gaza

Gaza (UNI/WAFA) - Decine di cittadini sono stati martirizzati oggi, domenica, e centinaia sono rimasti feriti in varie ferite, nei bombardamenti israeliani, via terra, aria e mare, su varie aree della Striscia di Gaza, nel 72esimo giorno dell'aggressione. .

Il nostro corrispondente ha detto che almeno 20 cittadini sono stati martirizzati in un bombardamento da parte di aerei d'occupazione che hanno preso di mira diverse case nella Città Vecchia di Gaza City e nelle vicinanze dell'Ospedale Battista e della Grande Moschea Omari.

Ha aggiunto che le forze di occupazione continuano ad essere di stanza in Piazza Palestina a Gaza City e stanno assediando l'Ospedale Battista e il centro storico della città.

Il nostro corrispondente ha riferito che nove cittadini delle famiglie Al-Amarin e Hamouda sono stati martirizzati dai bombardamenti di artiglieria e dai colpi di droni nel quartiere di Al-Zaytoun, a sud-est di Gaza City.

Nel frattempo, sei cittadini sono stati martirizzati a causa degli aerei dell'occupazione che hanno preso di mira una casa vicino a Diwan Mushtaha nel quartiere di Shujaiya, a est della città di Gaza.

Il nostro corrispondente ha sottolineato che le forze di occupazione stanno ancora assediando la zona di Al-Sahaba e Yarmouk nel quartiere di Al-Daraj, in mezzo a intensi bombardamenti di artiglieria, soprattutto nelle vicinanze del Complesso medico di Al-Sahaba, che è fuori servizio, e ancora contiene i numeri dei feriti, dei feriti e dei malati, tra cui 50 donne in procinto di partorire.

Nei quartieri Al-Nasr e Sheikh Radwan di Gaza City, i carri armati e i veicoli dell’occupazione hanno continuato incursioni e operazioni di assalto nei due quartieri in mezzo al fuoco dei droni e ai bombardamenti di missili e artiglieria, che hanno causato decine di martiri e feriti, alcuni dei quali sono ancora in servizio. le strade perché le ambulanze non riuscivano a raggiungerli a causa delle continue incursioni.

Il nostro corrispondente ha sottolineato che alcune famiglie sono riuscite a seppellire diversi martiri nei cortili delle case o nelle loro vicinanze, tra cui almeno 20 martiri della famiglia Salem, dopo che un aereo F-16 ha preso di mira la loro casa di quattro piani e l'ha rasa al suolo. a terra.

Nel quartiere di Tel al-Hawa, gli aerei dell'occupazione hanno bombardato due case nelle vicinanze del Parco Barcelona, ​​ferendo diversi cittadini, e le ambulanze non sono riuscite a raggiungerli a causa dei meccanismi di occupazione penetrati in quella zona.

Nella città di Beit Lahia, nel nord della Striscia di Gaza, aerei d'occupazione hanno bombardato una casa della famiglia Al-Barawi, uccidendo due cittadini e ferendone altri, e alcuni di loro sono stati trasferiti all'ospedale indonesiano della città.

Nelle regioni centrali, un certo numero di cittadini sono stati martirizzati e feriti a Khan Yunis in seguito al bombardamento da parte degli aerei dell'occupazione di tre case nelle vicinanze della Mezzaluna Rossa nel quartiere di Al-Amal nel centro di Khan Yunis, e sono stati trasferiti a Ospedale Nasser della città.

Le forze di occupazione continuano le loro incursioni nelle aree orientali, settentrionali e centrali della città, come le città di Khuza’a, Al-Qarara, Sheikh Nasser e Al-Satar Al-Gharbi.

A Rafah, gli aerei d'occupazione hanno lanciato quattro raid sulla zona di confine vicino al campo di Yabna, a sud della città, e hanno causato grandi distruzioni nelle aree prese di mira.

Decine di cittadini sono stati martirizzati e altri sono rimasti feriti durante i bombardamenti degli aerei da guerra di occupazione su diverse case e su una moschea nella città di Jabalia, a nord della Striscia di Gaza.

Il nostro corrispondente ha riferito che 24 martiri e almeno 90 feriti sono stati recuperati in seguito alla distruzione della casa della famiglia Shihab a Jabalia da parte degli aerei di occupazione, e decine sono ancora sotto le macerie.

Inoltre, 11 cittadini sono stati martirizzati e decine sono rimasti feriti in un bombardamento israeliano che ha preso di mira una casa della famiglia Khalla nella città di Jabalia.

Successivamente, gli equipaggi della protezione civile e delle ambulanze hanno recuperato 23 martiri da sotto le macerie delle case prese di mira a Jabalia al-Nazla, a nord di Gaza.

Gli aerei d'occupazione hanno preso di mira anche la Moschea Hira della città.

Gli aerei da guerra dell'occupazione hanno preso di mira una casa nel campo di Deir al-Balah, nel mezzo della Striscia di Gaza, uccidendo circa 12 cittadini e ferendone dozzine, la maggior parte dei quali erano sfollati.

L’occupazione israeliana ha continuato il bombardamento aereo, terrestre e marittimo della Striscia di Gaza per 72 giorni, provocando la morte di circa 19 cittadini e il ferimento di oltre 52 altri, il 70% dei quali sono donne e bambini, un tributo infinito.

(è finita)

Notizie correlate

Vai al pulsante in alto