Notizie dell'Unione

“Yona” partecipa al simposio internazionale in Tunisia sull’intelligenza artificiale e sullo sviluppo di contenuti giornalistici per le agenzie di stampa

nonna (UNA) - La Federazione delle agenzie di stampa dei paesi dell'Organizzazione per la cooperazione islamica ha partecipato al simposio internazionale "Il ruolo delle moderne tecnologie e dell'intelligenza artificiale nello sviluppo dei contenuti giornalistici delle agenzie di stampa", che si è tenuto giovedì in Tunisia e organizzato da Tunis Africa Agenzia di Stampa e Associazione delle Agenzie di Stampa del Mediterraneo.

In un intervento video, il Direttore Generale della Federazione, Muhammad bin Abd Rabbuh Al-Yami, ha spiegato che l’intelligenza artificiale svolge oggi un ruolo importante nel mondo.

Al-Yami ha sottolineato che l’intelligenza artificiale offre una grande opportunità per sviluppare il lavoro giornalistico, il che impone un tipo speciale di sfide che noi, come sindacati dei media, dobbiamo affrontare. Tra queste sfide, soprattutto, ci sono i rischi legati alla disinformazione e alla falsificazione dei media l’intelligenza artificiale facilita il processo di falsificazione dei contenuti e di diffusione su larga scala.

Ha rivelato che, spinto dall'impegno dell'Unione ad affrontare questi rischi, nel luglio 2023 l'Unione ha organizzato un seminario in collaborazione con l'agenzia "Rubtly", che si è occupato dell'applicazione dei principi di verifica dei contenuti mediatici nella copertura delle notizie, durante il quale i media partecipanti i professionisti hanno appreso le competenze necessarie e le ultime tecnologie utilizzate nei processi di verifica dei contenuti multimediali, in particolare relativi a video e foto.

Per quanto riguarda la qualificazione dei giornalisti per stare al passo con gli sviluppi dell'intelligenza artificiale, Al-Yami ha esaminato i contributi della Federazione, poiché si sono svolti numerosi programmi e seminari mirati che si intersecano con l'argomento di questo importante simposio dello scorso aprile, la Federazione, in collaborazione ha organizzato con l’agenzia di stampa “Sputnik” un corso intensivo di formazione dal titolo “Come cambiare... la produzione video con l’intelligenza artificiale” a cui hanno partecipato circa 300 professionisti dei media degli Stati membri dell’Organizzazione per la cooperazione islamica.

Ha aggiunto che durante il “Kazan Forum 2024”, che si è svolto a Kazan, in Russia, nel periodo (14-19 maggio 2024), l’Unione ha organizzato un seminario in collaborazione con le agenzie “Tatmedia” e “Sputnik”, dal titolo “Nuovi strumenti per le redazioni: esplorare i vantaggi e le sfide delle tecnologie di intelligenza artificiale”. “Ha esaminato la possibilità di utilizzare strumenti di intelligenza artificiale per migliorare le prestazioni dei giornalisti e aumentare la loro produttività, accelerando i processi di traduzione, ricerca, analisi, contenuto. generazione in modo più accurato e altri processi professionali.

Al-Yami ha anche sottolineato che “UNA” è pienamente pronta a cooperare con le istituzioni dei media in qualsiasi sforzo collettivo riguardante l’impiego dell’intelligenza artificiale nel lavoro dei media, sulla base della volontà dell’Unione di rafforzare la cooperazione internazionale in vari campi legati ai media.

Al simposio sono intervenuti il ​​capo della Tunis Africa News Agency, Dott.ssa Najeh El-Messaoui, il segretario generale dell'Associazione delle agenzie di stampa del Mediterraneo, George Panintax, il direttore dell'Algeria News Agency, Samir Kayed, e l'editore -capo dell'Agenzia Palestinese per le Notizie e l'Informazione (WAFA), Kholoud Assaf, oltre a numerosi leader dei media internazionali e funzionari.

Il simposio ha esaminato il ruolo dell'intelligenza artificiale nel migliorare le prestazioni dei giornalisti e nell'accelerare i processi di produzione dei media nelle agenzie di stampa.

(è finita)

Notizie correlate

Vai al pulsante in alto