Notizie dell'UnioneGiornata internazionale di solidarietà con i giornalisti palestinesi

“Yuna” e “Furi” organizzano domani martedì un corso di formazione sulle sfide della verifica e della raccolta di notizie nelle zone di guerra

Jeddah (UNA) - Il Supervisore Generale dei Media Ufficiali nello Stato di Palestina, Ministro Ahmed Assaf, aprirà domani, martedì (27 febbraio 2024), il corso intensivo di formazione su “Le sfide della verifica e della raccolta di notizie nelle zone di guerra ( Palestina come modello)”, organizzato dall'Unione delle agenzie di stampa dei paesi aderenti alla cooperazione islamica in collaborazione con l'agenzia di stampa video “Fiori”.

Il corso di formazione virtuale approfondirà come aiutare le agenzie di stampa membri e non membri e i professionisti dei media nei paesi dell'OIC ad affrontare le sfide del lavoro giornalistico, comprese le tecniche di sicurezza dell'equipaggio e di verifica dei contenuti nelle aree di conflitto.

Il corso vedrà anche interventi diretti sul campo da parte di corrispondenti della stampa nei territori palestinesi, al fine di trasmettere un quadro vivido della realtà del lavoro giornalistico e delle sfide legate alla raccolta di notizie in Palestina sotto l'occupazione israeliana e la continuazione della guerra israeliana a Gaza. .

Il corso si inserisce nel quadro di una serie di attività e programmi organizzati dall'Unione in occasione della Giornata internazionale di solidarietà con i giornalisti palestinesi.

Il direttore generale ad interim della Federazione, Muhammad bin Abd Rabbuh Al-Yami, ha spiegato che il corso rientra nell'intento della Federazione di qualificare i giornalisti nel campo della verifica delle notizie e fornire loro le competenze necessarie per indagare sui fatti e affrontare i problemi israeliani. propaganda.

Al-Yami ha esortato i giornalisti a registrarsi al corso e a partecipare ai suoi lavori per beneficiare delle competenze e delle competenze che offre, sottolineando che il corso trasmetterà il suo lavoro tramite il seguente collegamento:   https://us06web.zoom.us/webinar/register/WN_XZbHNVLGQFyR6SvtD6P_wA#/registration

È interessante notare che il corso rientra nel quadro dei risultati del forum “I media e il loro ruolo nel alimentare l’odio e la violenza (pericoli di disinformazione e pregiudizi)”, organizzato dall’Unione in collaborazione con la Lega mondiale musulmana lo scorso novembre 26, 2023 a Jeddah, che ha chiesto di fornire protezione ai corrispondenti dei media e di criminalizzare le aggressioni nei loro confronti o di limitare il loro accesso agli eventi e di trasmetterli liberamente.

(è finita)

Notizie correlate

Vai al pulsante in alto