minoranze musulmane

Il Pakistan invita l'India a risolvere la questione del Kashmir in conformità con le risoluzioni del Consiglio di sicurezza

Islamabad (INA) – Il consigliere del primo ministro pakistano per gli affari esteri, Sartaj Aziz, ha invitato l'India a fare riferimento alle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per trovare una soluzione pacifica alla questione del Kashmir, invece di usare la forza militare contro il popolo del Kashmir. Lunedì (11 luglio 2016) ha chiarito in una dichiarazione alla stampa che il Pakistan è pronto ad avviare colloqui seri e significativi con l'India per risolvere tutte le questioni in sospeso, la principale delle quali è la questione del Kashmir per garantire la sicurezza permanente nella regione. Ha denunciato il fuoco delle forze indiane contro le manifestazioni pacifiche del Kashmir nella parte governata dagli indiani del Kashmir. Sottolineando che l'India non può, attraverso l'uso della forza militare, sopprimere il diritto legittimo del popolo del Kashmir di esprimere la propria opinione. D'altra parte, il ministro dell'Informazione pakistano, il senatore Pervez Rashid, ha invitato la comunità internazionale a intervenire per fermare l'aggressione praticata dalle forze indiane contro il Kashmir nella parte governata dagli indiani del Kashmir. Ha detto in una dichiarazione rilasciata oggi: La comunità internazionale non può rimanere in silenzio di fronte alle operazioni di fuoco effettuate dalle forze indiane contro i civili in Kashmir, che hanno provocato la morte e il ferimento di dozzine di abitanti del Kashmir in due giorni. (Fine) za / SPA / h p

Notizie correlate

Vai al pulsante in alto